Trattoria La Brinca – Ne (Genova)

Brinca intVia Campo di Ne 58, Ne (Genova) – Tel: 0185/337480 – Sito web

Ci sono ristoranti che meritano un viaggio. Locali che non offrono solo del buon cibo, ma un’esperienza. Fra questi La Brinca, pluripremiata trattoria arroccata a Ne, paese di poche anime nella verde e tortuosa Val Graveglia, appena alle spalle di Chiavari. Un’esplosione di natura e di profumi, tutti racchiusi nei piatti di questo ristorante, vera e propria pietra miliare della cucina ligure di levante.

Era il 1987 quando la famiglia Circella decide di trasfomare una casa colonica di fine ‘800 in quella che sarebbe diventata una trattoria famosa in tutta la penisola. Sergio cura la sala e la magnifica cantina – dalle oltre 1.000 etichette – il fratello Roberto, la moglie Pierangela e la mamma Franca stanno ai fornelli. Frutta e verdura arrivano a La Brinca direttamente dall’orto, distante pochi metri dalla trattoria. Materie prime eccellenti e sempre di stagione. Cucina semplice, impeccabile e convincente.

Strepitoso – e immenso- il piatto di antipasti misti: Ravioli alla brace, Prebugiun di Ne (con patate e cavolo nero), Testaroli con pesto al mortaio, Foglie di borragine in pastella e fritte, Baciocca (torta salata di patata bianca quarantina e cipolle), Panella (castagnaccio salato aromatizzato con finocchietto selvatico), Farinata rustica, Panissa di farina di ceci, Torta di Riso e, infine, Raviolo fritto ripieno di erbette, ricotta, pinoli e uvette.

Basterebbe fermarsi qui per alzarsi dal tavolo sazi e felici, ma siamo solo all’inizio. I Ravioli con “u tuccu” – sugo di carne genovese- lasciano senza parole. Più unico che raro un sugo tanto saporito e una pasta fresca semplicemente perfetta. Il Minestrone alla genovese con taglierini fatti a mano in pochi secondi riesce a far sparire i pregiudizi su questo primo, di norma sinonimo di triste dieta.

Arrivati a questo punto non è semplice continuare con i secondi piatti. Un vero peccato visto che sia il Coniglio ripieno, versione rivisitata della classica cima alla genovese, che la Punta di vitello alle bacche di ginepro cotta alla brace, sono leccornie impossibili da trovare altrove.

Pantagruelici ed altrettanto buoni i dessert, come la soffice Torta di ricotta dell’Aveto, l’insolito Semifreddo allo sciroppo di rose e la Panera, semifreddo al caffè tipico di Genova.

Foodometro™
•Cucina: eccellente tradizione ligure di levante.8,5

•Ambiente: un’elegante cascina di campagna. 8
•Servizio:  gentile e sorridente. 7,5
•Da Non Perdere: Piatto di antipasti misti, Minestrone alla Genovese, Ravioli con “u tuccu”, Coniglio ripieno
•Da Evitare: menù fin troppo abbondante, difficile arrivare a fine pasto
•Prezzo: menù degustazione tra i 32-35 euro. Alla carta 45 euro circa.
•Giudizio Finale: assolutamente da provare. Merita un viaggio in Liguria. 8,5

Federica Pallavicini

Annunci

Una risposta a “Trattoria La Brinca – Ne (Genova)

  1. Mi è venuta fame.
    I testaroli sono della zona o…
    Ho sempre saputo che fanno
    parte della tradizione contadina ” Lunigianese” :
    Bagnone,Zeri, Pontremoli..
    ..dove la tradizione (povera) li
    vuole conditi con buon olio basilico fresco spezzettato e spolverata di formaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...