Ristorante Giapponese Yoshi – Milano

Via Giuseppe Parini 7, Milano – Tel: 02/36591742 – Sito Web

Pur dovendo confessare di essere a livelli quasi fantozziani nell’utilizzo delle famigerate bacchette, da qualche tempo – chissà perché? – ci è venuta un’irrefrenabile voglia di autentica cucina giapponese. Per soddisfare degnamente il desiderio di sushi, sashimi & co ci siamo affidati alla rete, chiedendo qua e là qualche buon consiglio sulla piazza di Milano. La nostra gelataia di fiducia ha cinguettato Yoshi e Yoshi è stato.

Lo chef (e proprietario) del ristorante affacciato sull’elegante via Parini è Kurio Yoshinobu, ex del modaiolo Nobu, autentico cuciniere made in Japan, sbarcato in Italia nel 2001. La cosa non è di poco conto se si considera che in Città il 95% almeno dei sushi bar è in mano a gestori che, di simile ai giapponesi, hanno solo gli occhi a mandorla. Il locale è elegantino in stile minimal. Le pareti, i tavoli, le sedie, i pavimenti: tutto è bianco che più bianco non si può.

Difficile formulare giudizi su ciò che abbiamo mangiato non avendo, personalmente, nessun valido metro di paragone. Quello che possiamo dire con certezza che qui la materia prima è di qualità sopraffina. Ce ne siamo accorti subito assaggiando un antipasto come il sashimi di tonno rosso con avocado, alghe kombu e salsa yuzu: piacevole per l’imbarazzante freschezza del pesce e per la precisione con cui sono assemblati i diversi elementi.

Da veri neofiti del genere, non potevamo poi non ordinare il piatto più scontato e famoso (almeno in Italia) se si mette piede in un ristorante giapponese: il sushi di Yoshi è un classico mix di maki, uramaki, nigiri, sashimi (a base di tonno, salmone, anguilla, dentice)  con accompagnamento di zenzero sotto aceto, alghe, riso, salsa di soia e wasabi. Il tutto viene servito dentro una sorta di voluminoso “ciotolone” non proprio pratico e aggraziato. Anche in questo caso abbiamo notato un comparto ittico di livello superiore e una particolare cura di fondo nella preparazione e combinazione dei singoli ingredienti.

Lasciamo perdere l’esperienza poco esaltante con il sake finale. Non avevamo mai bevuto prima il liquore giapponese di riso fermentato, tipicamente servito caldo: al primo sorso abbiamo capito che in certi casi è bene mettere da parte la curiosità e rimanere nella propria beata ignoranza.

Foodometro™
•Cucina: giapponese classica, pesce frescherrimo. 7,5
•Ambiente: bianco immacolato, anche troppo immacolato. 6.5
•Servizio: gentile anche se talvolta in confusione. 6,5
•Da Non Perdere: Sushi mix
•Da Evitare: sake, carta dei vini minuscola 
•Prezzo: sui 50 a testa beveraggi medi inclusi
•Giudizio Finale: un buon modo per avvicinarsi alla cucina giapponese autentica. 7 

Giacomo Robustelli

Annunci

4 risposte a “Ristorante Giapponese Yoshi – Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...