Mary & Co. – Bormio (So)

Via Massimo Longa 5, Bormio (So) – Tel: 0342 910864

Decidere dove andare a mangiare quando ci si trova a Bormio non è impresa facile. O almeno, non lo era fino a poco meno di un anno fa, quando ha aperto i battenti in un vicolo alle spalle della centrale Via Roma Mary & Co.

Un nuovo concept di locale, assolutamente innovativo nella scena bormina (e non solo). Panificio, pasticceria, gastronomia take away, wine bar e ristorante. Tutto egregiamente diretto dall’irrefrenabile proprietaria Mary (bravissima sommelier) aiutata in cucina da un altrettanto scoppiettante chef brianzolo, cuoco innanzitutto per passione.

Il ristorante all’interno dello spazio di Mary & Co. ospita una decina di coperti al massimo. Ambiente moderno, caratterizzato da pavimenti in legno chiaro e pareti bianchissime e arredato con alcuni celebri pezzi di design. Ricca di selezionate etichette la cantina, con vini valtellinesi e del resto del Nord Italia. Originale la scelta di snobbare totalmente il piemonte per lasciare il centro della scena al Nebbiolo di Valtellina.

La cucina offre piatti della tradizione della Bassa Lombardia e della Valtellina, con un menù diverso ogni settimana. Si parte bene con gli antipasti (dai 10 ai 15 euro circa). Audace e ben riuscita la torta salata valtellinese, pasta croccante di grano saraceno ripena di patate, verza e formaggio. Ottima anche la frittata con l’Erba di San Pietro, così come le verdure (perfettamente) impanate.

Tra i primi piatti segnaliamo i ravioli fatti in casa (ottimi e rari da assaggiare quelli al pesce persico o ai gamberi di fiume) e i risotti. Da provare quello alla milanese, cucinato come tradizione comanda con brodo di carne e midollo. Imperdibili da Mary & Co. i piatti unici (20 euro), tra i quali per esempio il risotto con l’ossobuco o al pesce persico o lo stracotto alla monzese con crostoni di polenta di mais 100% valtellinese dell’Azienda Agricola di Fabio Tramacchi.

Altrettanto interessanti i secondi di carne: trippa, pollo in fricassea e, durante la stagione di caccia, selvaggina. Molto buona anche la classica cotoletta alla milanese (avvolta da una panatura fantastica). Sapori semplici, sempre ben esaltati da una cottura lenta e dalla scupolosa scelta della materia prima.

Selezionatissimi anche i piatti di salumi (fra i quali il Culatello di Zibello DOP o la Mortadella di Bologna, entrambi Presidio Slow Food), o di formaggi (Bitto Valli del Bitto Presidio Slow Food di diversi alpeggi, Casera DOP stravecchio invecchiato oltre 30 mesi, Quartirolo stagionato o Stracchino dolce della Valsassina).

Si chiude in bellezza grazie ai dolci (5 euro): crostate e torte del giorno preparati da Mary (utilizzando farina Mulino Marino) e  magnifici sorbetti di puro succo di frutta, ai lamponi, limone o fragola.

Piatti difficilmente trovabili altrove e ben cucinati, ambiente piacevole e servizio simpatico fanno di Mary & Co. un’oasi felice nella desolata scena gastromica bormina. Per una cena media si spende dai 35 ai 45 euro. Non esattamente spiccioli, ma a nostro parere soldi spesi più che bene.

Foodometro™ •Cucina: tradizione gastronomica Lombarda ad alti livelli. 7.5 •Ambiente: sala moderna e calda al tempo stesso. Sedie non troppo comode. 7.5 •Servizio: sempre sorridente e a disposizione per qualsiasi curiosità. 8 •Da Non Perdere: Torta salata valtellinese, pollo in fricassea, stracotto, sorbetti •Da Evitare: n.p. •Prezzo: dai 35 ai 45 euro a testa, calice di vino incluso •Giudizio Finale: Il nostro solo e unico ristorante a Bormio. 7.5 Federica Pallavicini

Annunci

3 risposte a “Mary & Co. – Bormio (So)

  1. Assolutamente deludente!
    Il piatto unico non costa 20€ benzì 28! Il menù non esiste, i costi non sono segnati da nessuna parte. Lo chef ha proposto a tutti i commensali un risotto con l’aggiunta di quello che si voleva. Risotto allo zafferano sufficiente e tropo cotto, detto da due milanesi, (se volete provarne uno strepitoso andate da Manna a Milano). Uno dei due piatti unici è arrivato subito mentre l’altro quando l’altra perdona con me ak tavolo aveva finito di mangiare. L’altra persona ha mangiato sullo sgabello perché le sedie erano finite (?).
    L’unica cosa che merita è il sorbetto al mandarino.
    Tropo poco per 50€ a testa per una cena a Bormio! Gli altri commensali erano tutti amici dello chef…spero che almeno a loro faccia pagare meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...