Denzel – Art Burger, Fish and More

Via Washintgton 9, Milano – Tel: 02 48519326

Denzel non è solo un ristorante israeliano ma anche, a detta di molti, una fra le hamburgherie migliori di Milano. Il nome del locale è in realtà un semplice gioco di parole. Basti sapere che si trova a due passi da Piazza Piemonte, più precisamente all’inizio di via Washington.

Il locale è frequentato da numerose persone di religione ebraica, essendo uno dei pochi in città a seguire in cucina le rigide limitazioni kosher. Niente latticini e carne consumati nello stesso pasto (cheesburgher bandito) e pane cotto in appositi forni. L’ambiente del ristorante è piacevole, unico problema sono i posti a sedere, divisi nel minuscolo corridoio all’ingresso e in una più ampia sala al piano sotterraneo. Poca intimità e piccolissimi tavoli dove poter incastrare il proprio piatto con quello degli altri commensali.

La cucina di Denzel, oltre a proporre i famosi hamburger, ha in lista numerosi piatti della tradizione ebraica. Fra questi, segnaliamo come antipasto l’ottimo Oriental Denzel (9 euro), composizione di falafel, tahina, humus e tabule e il Messi Vegetarian (7.50 euro), involtini di melanzane farciti con tahina su un letto di tabule.

Per quanto riguarda il piatto principale del ristorante, conferma le aspettative positive il Denzel Burger, proposto nel formato da 150, 180 e 230 gr di carne, con prezzi che variano dai 9.50 ai 13 euro. Hamburgher cotto alla perfezione sulla griglia, ottimi gli ingredienti a corredo – freschissime le verdure (insalata, pomodori, cipolla, cetriolini). Nota stonata il pane, poco croccante e difficile da mangiare senza che diventi molle in maniera eccessiva a causa della salsa e del peso della carne.

Quasi impossibile addentare il Denzel Fish (13.50 euro), filetto di branzino impanato con tempura servito nella ciabatta con verdure e maionese fatta in casa. Il pane in questo caso addirittura si sfalda dopo i primi morsi. Buono il pesce, non abbastanza per giustificare l’elevato prezzo di questo piatto che in generale soddisfa molto meno del più classico Denzel Burger.

Meritano, invece, le patate servite in accompagnamento. Buone anche se pesantissime da digerire sia le Home Fries (4.50 euro), patate saltate in padella con salsa chili o tariaki, sia le patate fritte a sfoglie sottili (4 euro), da mangiare velocemente prima che perdano di croccantezza.

In lista anche alcuni dolci classici, come la Tartetatin o il Soufflè di cioccolato con prezzi che vanno dai 4 ai 9 euro.

In generale, Denzel ci è parso un ristorante di buona qualità e gradevole per atmosfera e piatti. Detto questo, siamo ben lontani dallo spaziale hamburgher assaggiato al Cafè Trussardi, a nostro parere nettamente il migliore di Milano. Il rapporto qualità prezzo (circa 30 euron a testa, vino incluso) non giustifica la totale differenza nell’esperienza avuta qui rispetto a quella da Berton.

Foodometro™
•Cucina: hamburgher e piatti della cucina israeliana. 7
•Ambiente: tavoli stretti e pochi posti a sedere. Meglio prenotare con anticipo. 6
•Servizio: in affanno tra un tavolo e l’altro si dimenticano più volte di noi. 6
•Da Non Perdere: Denzel Burger e Home Fries
•Da Evitare: Denzel Fish, troppo complesso da mangiare
•Prezzo: dai 25 ai 40 euro a testa bevande incluse
•Giudizio Finale: Hamburgher buono ma non al top. Interessanti le altre portate. 6.5

Federica Pallavicini

Annunci

8 risposte a “Denzel – Art Burger, Fish and More

  1. Ahhhh! Siete andati a mangiare kosher e non me l’avete detto!
    Non ho capito se avete provato i dolci ebraici o no, se sì, come sono?
    Fanno anche take away?
    Un fiorino! 😉

    • Già abbastanza pieni per i panini, i dolci non li abbiamo provati. Dolci tipici ebraici in lista, tra l’altro, proprio non ne abbiamo visti, a meno che non si considerino tali la tarte tatin o il soufflè di cioccolato 😉

      Do you like Kosher food? Nun lo sapevo…

  2. paragonare il Denzel burger con quello di Berton è blasfemia!

    questo hamburger kosher non regge il confronto di ben più “terrestri” esemplari milanesi quali Trita, Al Mercato, 202 The Grill ma neppure Mamaburger, suvvia non bighelloniamo. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...