Ottimo Massimo

Via Victor Hugo 3 angolo via Spadari, Milano – Tel: 02/49457661 – Sito Web

«Il bassotto gli riportò la volpe. Cosimo sparò e la prese. Il bassotto fu il suo cane; lo chiamò Ottimo Massimo». Questo bar gourmet aperto da nemmeno un anno in pienissimo Centro deve il suo nome al buffo quadrupede de Il Barone Rampante. Anche il design del locale è ispirato al romanzo di Italo Calvino: il legno la fa da padrone (soppalco, banconi, tavoli); il verde, in diverse tonalità, è ovunque. Impossibile non notare, poi, un alto albero (finto) che svetta imponente in mezzo alla sala.

Cosa offre Ottimo Massimo oltre ad un ambiente – abbastanza piacevole – fondato su una suggestione letteraria? Qui si può venire per la colazione, per uno spuntino veloce o per un aperitivo. Leggendo la lista, al centro della scena ci sono i panini, in versione mini-formato a mini-prezzo (1.80-4.50 euro): i classici, quelli gourmet e le focaccie. Ottima la qualità degli ingredienti (i salumi sono super) utilizzati per le farciture e pollice in alto per alcune proposte originali e stuzzicanti anche se ammantate di un velo di fighettismo.

È il caso per esempio della tartare di manzo profumata alla menta con cristalli di sale Maldon e zucchina croccante nel francesino, della certosa al kefir con rucola e melograna nel morbidino o della Focaccia con Cecina de Leon Dop con camembert e composta di pomodori. Peccato che il pane non sia proprio al livello del companatico: il francesino è secco, duro, poco croccante e quasi insapore. Insignificante la pagnottina morbida. Meglio la focaccia ligure, che almeno raggiunge la sufficienza.

Unico nel suo genere l’aperitivo, con stuzzichini – finger food direbbe qualcuno – di classe e assaggi dei migliori panini gourmet (7 euro). Pochissimi i vini da scegliere in abbinamento (una decina tra bollicine, bianchi e rossi) anche se di buon livello. Da segnalare che per pranzo ogni giorno vengono preparati diversi piatti freddi creativi oppure si può scegliere tra varie insalate. Noi abbiamo provato quella con pesce spada affumicato, kefir e melograna: nulla da eccepire sulla freschezza degli ingredienti. Qualche perplessità sulla quantità troppo misera della nostra porzione, quasi non pervenuto il pesce.

Il lato dolci è ben coperto: gelato homemade, mousse (tris di cioccolati, lampone e passion fruit), torte, biscotti, croissant. Il know-how in questo campo c’è tutto: due dei soci di Ottimo Massimo sono infatti Alberto e Tancredi Alemagna, nipoti di Gioacchino Alemagna fondatore della storica azienda dolciaria milanese (oggi in mano alla Bauli) e creatori di T’a Sentimento Italiano, giovane cioccolateria e pasticceria contemporanea in continua espansione.

Foodometro™
In
: ottimo serivzio; farciture dei panini originali e di buona qualità; dolci

Out: pane; sedie (sgabelli) di una scomodità inenarrabile; fighettismo eccessivo
Alcune buone idee ci sono. Manca la cura per certi dettagli, che dettagli non sono se si vuole puntare alla qualità fino in fondo. 6

Giacomo Robustelli

Annunci

3 risposte a “Ottimo Massimo

  1. Mi spiace notare che le pecche siano sempre le stesse.
    Comunque girando per paninoteche ho notato come la qualità del pane è davvero bassa anche in indirizzi ben noti. Mistero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...