Le Uova di Paolo Parisi

ParisiPaolo Parisi, ex rappresentate di apparecchiature mediche e oggi allevatore e imprenditore, negli anni Novanta ha iniziato a farsi conoscere per un’ottima produzione di carne e salumi di Cinta Senese. Maiali allevati all’aperto, liberi di pascolare nei boschi di un piccolo paese vicino a Pisa, dove ha sede l’Azienda Agricola Le Macchie.

Forte del successo ottenuto, ai maiali di cinta senese Parisi ha aggiunto nel tempo vitelli, capre e galline livornesi. 1600 galline lasciate libere nei campi e nutrite con un pastone preparato con latte di capra, alimento grazie al quale queste uova si distinguono dalle altre per un particolare retrogusto mandorlato. Altri segni distintivi sono il tuorlo, più grasso e meno acquoso rispetto a quello di uova comuni, e l’albume che, se montato, incorpora fino a tre volte di più l’aria.

Caratteristiche che hanno fatto di queste uova un vero e proprio oggetto di culto per chef e appassionati gourmet, disposti a pagarle 1,20 euro l’una pur di averle nella propria cucina.

Come si spiega il fenomeno delle Uova di Parisi? Innanzitutto per la loro reale qualità, provata personalmente in diverse preparazioni. Ottime in camicia (bollite tre minuti in acqua bollente), così come nella preparazione di creme e basi di pasticceria. Un’eccellente qualità sapientemente pubblicizzata da un uomo eclettico e attento all’immagine quale è Parisi.

Nulla è lasciato al caso. Il packaging delle uova, creato dal designer Giulio Patrizi, è innovativo sia dal punto di vista grafico che da quello funzionale, grazie ad confezionamento in bio-tessuto ideato ad hoc per prevenire la rottura delle uova. L’idea di produrre delle “uova di lusso”, inoltre, si è rivelata perfetta per l’attuale contesto gastronomico, sempre più alla ricerca di materie prime esclusive.

Detto questo, vale sul serio la pena spendere quasi 8 euro per una confezione da 6 uova? La risposta varia a seconda di quello che si cerca in cucina e dai propri gusti personali. Per capirlo l’unica soluzione è quella di provare queste uova (a Milano le trovate all’Eat’s Store) e cercare di farsi un’idea sulla loro effettiva qualità, senza preconcetti di sorta.

Foodometro™
In:
una marcia in più in cucina
Out
:
difficili da trovare
Le uova di lusso per eccellenza. 8

Federica Pallavicini

Annunci

3 risposte a “Le Uova di Paolo Parisi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...