Ferrero Gran Soleil


Accendo la tv e mi trovo la Clerici che fa un ruttino. Uno scherzo? Niente affatto, sono semplicemente davanti alla pubblicità del Ferrero Gran Soleil. Un prodotto assolutamente a sé stante, non definibile ne’ come sorbetto ne’ come gelato.

Un vero e proprio esperimento che l’azienda di Alba ha ideato nel 2006, con l’obiettivo di riuscire a tagliare i costi della catena del freddo (pesanti sia per le aziende che per i supermercati) offrendo un prodotto che è venduto fuori dal freezer e che viene congelato solo in un secondo momento direttamente dal consumatore. Un caso di prodotto innovativo ben riuscito. O forse no? I dubbi nascono leggendo il bel post sul blog mariovinci.it, che analizza questo dolce Ferrero dal punto di vista del marketing.

Come dice giustamente l’autore, Gran Soleil ha un’immagine dissonante e forse un po’ troppo contorta. Essendo posizionato vicino alla cassa dei supermercati (non avendo di suo un placement specifico) rientra tra quei prodotti che vengono acquistati d’impulso e presuppone, quindi, un consumo immediato. Chi non ha mai preso un pacchetto di Fonzies o un ovetto Kinder per mangiarlo subito sulla strada di casa? Gran Soleil, invece, richiede un tempo lungo di preparazione, dal momento che và messo in freezer per almeno una notte prima di essere pronto all’assaggio.

Un’altra contraddizione sta nell’immagine che l’azienda vorrebbe dargli. Più che un gelato sembra pensato come digestivo leggero, alternativo al più classico amaro di fine pasto. La pubblicità, però, come visto prima, punta sulla Clerici, una donna che richiama a un’immagine di “golosona”, più che a quella di una donna attenta alla linea e alle calorie.

Infine, nonostante il costante aumento di gusti della linea Gran Soleil e alla sempre maggiore risonanza pubblicitaria, pare che nessuno lo consumi, quantomeno tra le persone che conosciamo. Personalmente l’abbiamo provato una sola volta, ma il prezzo elevato e le piccole dimensioni di questo prodotto ci hanno dissuaso dal comprarlo di nuovo. Anche perché, parlandoci chiaramente, il gusto non è assolutamente nulla di speciale. Meglio (e più economico) un classico gelato in vaschetta.

Ferrero Gran Soleil è un dolce con alle spalle buone idee, ma sul quale si potrebbe lavorare in modo da costruirgli un’immagine più chiara. E, per favore, toglieteci la Clerici che canta il jingle: è pure stonata.

Foodometro™
In: una buona idea industriale 
Out: gusto
Un prodotto senza un’anima definita. 4,5

Federica Pallavicini

Annunci

4 risposte a “Ferrero Gran Soleil

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...