Pasta Cav.Giuseppe Cocco

Ormai da qualche anno abbiamo smesso di comprare Barilla&Co. al supermercato: forse perché una volta che si prova un prodotto di qualità superiore, è impossibile tornare indietro. Così, dopo la folgorazione sulla via del Pastificio Masciarelli, ci siamo avviati verso una carriera di assaggiatori seriali di pasta di alta gamma. Di recente, la nostra incessante ricerca, ci ha permesso di scoprire la Pasta Cav. Giuseppe Cocco.

L’abbiamo trovata a Milano, disponibile in diversi formati, in una piccola bottega a due passi della fermata del metrò Piola (Latte Chic). Curiosamente ci è capitato di avvistarla anche tra gli scaffali dello spaccio Galbusera di Mandello. Viene prodotta a Fara S.Martino, paesino abruzzese famoso per essere la sede di grandi pastifici (De Cecco e Delverde su tutti) grazie alla bontà dell’acqua di sorgente del fiume Verde che scende dal massiccio della Majella.

La gamma di pasta Cav.Cocco presenta diverse linee. La sfoglia grezza è preparata a partire da una semola poco raffinata macinata a pietra mentre con i casarecci si va sull’extra-large (conchiglioni, lumaconi, paccheri giganti etc.). Della linea trafila ruvida fanno parte invece i formati “normali”, una ventina circa. Le vette più alte si toccano forse con la pasta di una volta, una serie di tagli prodotti con la tecnica di lavorazione e la matassatrice originale di inizio ‘900. Gli spaghetti extra e le candele vengono lavorate con la tecnica della doppia trafila circolare in bronzo e inscatolati interi senza essere tagliati.

A rendere speciale tale pasta non sono solo l’acqua o i macchinari adoperati per confezionarla ma anche la lunga fase di essiccazione che avviene sotto l’occhio attento del mastro pastaio che deve disporre i telai di legno di faggio nell’essiccatoio e sorvegliare la quantità d’aria necessaria. Tutta questa scrupolosità si ritrova poi nel piatto: la pasta Cocco ha profumo e sapore intenso e bel colore giallo vivo, inoltre tiene la cottura perfettamente.

Per preparala a regola d’arte, e far risaltare al meglio tutte le sue caratteristiche, si può seguire la dettagliata ed interessante guida pubblicata sul sito dell’azienda.

Foodometro™
In: varietà di formati
Out: prezzi (dai 5 euro in su al chilo)
Una buona pasta. Artigianale sul serio. 8

Annunci

5 risposte a “Pasta Cav.Giuseppe Cocco

    • Da latte chic: 2,50 euro al mezzo chilo per la linea “trafila ruvida”. Altri formati e altre linee a prezzi più alti: per esempio ci vogliono 9 euro al chilo per gli “spaghetti di una volta”.

  1. Pingback: Latte Chic (Marengoni Latteria) « Thebigfood·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...