Ristorante Ikea

Non siamo i primi a parlare del Ristorante Ikea e, forse non ci crederete, a precederci è stato Altissimo ceto alias viaggiatore gourmet. Abitutato solitamente a recensire  mega ristoranti pluristellati, questo blog ha descritto con ironia e un pizzico di sberleffo la mensa dei “poveri” clienti Ikea. In qualità di frequentatori assidui del ristorante svedese, vogliamo stavolta cercare di spiegare il perché non lo disdegniamo affatto.

Coerentemente alle scelte Ikea per quanto riguarda i mobili, anche nel ristorante si cercano di offrire buoni prodotti ad un prezzo quasi stracciato. Chi entra qui non può non continuare a pensare alle spese che dovrà fare in negozio: la mensa, infatti, è arredata esclusivamente con prodotti Ikea, dai tavoli, alle luci fino alle tende e alle decorazioni. Un po’ come mangiare direttamente in una stanza del catalogo svedese. Persino molti dei piatti preparati sono in vendita  e si possono trovare nel  negozietto al piano terra. Per dirla in poche parole, questo è forse l’unico caso di ristorante-vetrina, dove il cliente ha la possibilità di acquistare quasi tutto ciò che vi trova.

Attenzione, tuttavia, non solo alla forma ma anche alla sostanza del ristorante. I piatti sono selezionati in base a rigidi criteri ed è data molta considerazione al rispetto dell’ambiente e alla salute dei consumatori. Il salmone norvegese marinato (3.99 euro), uno fra i piatti più popolari, proviene infatti solo da allevamenti membri del Salmon Dialogue, attenti all’allevamento sostenibile di questo pesce. Il sandwich con gamberetti (3.20 euro), preparato con maionese, pane tiroler, insalata, limoni, pomodori e aglio, utilizza invece solo uova rigorosamente biologiche. Queste sono adottate nella preparazione di tutti i piatti e tale scelta ha portato  ad Ikea, nell’aprile 2009, il Premio Good Egg dall’ONG Compassion in World Farming.

Biologiche sono anche molte materie prime utilizzate in diversi piatti, come nella cotoletta con patatine (5.50 euro), nelle zuppe ai funghi o piselli (1.50) e nel riso all’orientale (3.70). Persino il pane, il vino e il latte con il quale macchiare il caffè possono vantare il certificato di prodotti bio. Non può mancare, ovviamente, anche una vasta offerta di prodotti della tradizione svedese, come le polpettine con patate lesse (10 pezzi a 4.79 euro) o i dolci che, saranno pure una bomba calorica e decongelati, ma ci fanno letteralmente impazzire. Su tutti l’Almond Cake (1.40 euro), una torta alle mandorle,  e quella al cioccolato Daim (1.99 euro). Un’offerta molto variegata e adatta ai palati più diversi, ad un prezzo più che competitivo.

Un esempio che forse potrebbero seguire anche altre mense dove, solitamente, non si trova altro che prodotti dozzinali, scotti e ultraclassici (basti pensare alle classiche scaloppine di carne non identificata  o alla terribile pasta al ragù precotto). Avessimo anche al lavoro la possibilità di mangiare dei piatti come quelli trovati al Ristorante Ikea potremmo finalmente rinunciare alle piadine comprate al bar, pagate care e consumate quasi di nascosto dalle inflessibili cuoche della nostra mensa aziendale.

Non stiamo ovviamente partlando di un ristorante da gourmet, ma quantomeno di una formula di ristorazione intelligente che riesce a sfamare con cibo di qualità più che accettabile. Siamo certi di far storcere il naso a tanti ma vogliamo comunque difendere a spada tratta le idee portate avanti da Ikea in ambito gastronomico. Insomma: «a noi ce piace!» e non ci vergogniamo a dirlo.

Foodometro™
•Cucina: buona offerta di prodotti biologici, oltre ai classici piatti svedesi. 7
•Ambiente: quando si dice in stile Ikea questo è il punto di riferiemento. 6,5
•Servizio: ovviamente fai da te. s.v.
•Da Non Perdere: Sandwich di gamberetti
e Torta alle mandorle
•Da Evitare: negli orari di punta la coda è piuttosto lunga

•Prezzo: sui 10-15 € a testa con due o tre piatti
•Giudizio Finale: se tutte le mense fossero così, il Mondo sarebbe un po’meglio. 7+

Annunci

2 risposte a “Ristorante Ikea

  1. Certo che se veridicità della certificazione biologica dei cibi che si consumano nei ristoranti è analoga a quella sulla provenienza controllata del legno dei mobili IKEA, possiamo di certo stare tranquilli ! Saluti

  2. Ottime le polpettine svedesi con marmellata di mirtilli e cremina, ne mangerei centinaia e centinaia. Buono il salmone marinato e la torta al cioccolato e riso soffiato: una vera delizia. Spendete poco e mangiate velocemente e bene, divertendovi. Arrivate poco prima degli orari consueti se volete evitare code e casino, come mai vi sareste aspettati di trovare. Idea di IKEA: valida, anzi validissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...