Ristorante Balafon

Via Teodosio 6, Milano
Tel: 02/2360155

L’ambiente è tribalsciccoso con bambù, pannelli colorati alle pareti, luci soffuse e musica  d’atmosfera in sottofondo. La cucina è quella tipica del continente nero, incentrata sulle specialità più famose dell’Africa sub-sahariana occidentale. La gestione è in mano a madre e figlio originari del Mali: lei governa la sala con destrezza e modo di fare tutto milanese, lui se la cava alla grande in cucina, e di milanese ha solo un fortissimo accento. Siamo al Ristrorante Balafon, in zona Lambrate, uno dei nostri ‘etnici’ preferiti a Milano e dintorni.

Qui, il massimo della vita,  è partire con il buonissimo e vigoroso cocktail allo zenzero. Se vi gira bene ve l’offrirà (con modi affettati) la signora, altrimenti non fatevi scrupoli ad ordinarglielo – anche se in questo caso vi verranno addebitati sul conto finale, se vi gira male, 5 sonanti euro a testa. Cosa scegliere poi da mangiare? Il fatidico momento dell’ordinazione vi verrà facilitato da una lista dettagliata, esplicativa e piuttosto corta, composta principalmente da piatti unici a base di carne o pesce (tutti a 15 euro) . Vi segnaliamo quali sono i nostri preferiti.

Lo Yassa, uno dei must della cucina senegalese, si compone di pollo marinato nel succo di limone, cotto con abbondanti cipolle stufate e spezie. Il Mafè, specialità tipica dell’etnia Bambara diffusa in tutta l’Africa occidentale, è uno spezzatino di manzo  servito con una densa salsa di arachidi (delle quali il Mali è il maggior produttore mondiale). Il Saka-Saka è simile ma preparato con un sugo a base di foglie di manioca e olio di palma. Il Curry alla Balafon si distingue invece per un discreto grado di piccantezza.

Ogni piatto è ‘componibile’ secondo le vostre preferenze: potrete in ogni caso optare per la carne (pollo o manzo) o per i gamberoni e, come accompagnamento, per il riso o per il cous-cous. Sempre presenti le ottime verdure miste, stufate con lentezza alla moda africana.

Sapori esotici coincidono spesso, per nostra esperienza, con errori grossolani ai fornelli – leggasi soprattutto abusi di spezie e cotture maleducate. Niente di più falso per il Balafon: qui è quasi sempre tutto equilibrato e ineffabilmente preciso al millimetro. Solo in occasione della nostra ultima visita abbiamo notato un cous-cous decisamente troppo cotto e quindi non abbastanza consistente.

Note veramente stonate sono comunque da ricercare altrove, per esempio nel banale e super ristretto assortimento dei vini. Non male invece l’idea di proporre le birre a marchio Mongozo, prodotte secondo l’antica ricetta di famiglia da Henrique Kabia, immigrato africano in Olanda. Peccato che i gusti banana, mango e cocco siano del tutto improponibili per il nostro palato – apprezziamo giusto la pastosa birra alla quinoa.

Che dire poi del servizio? Nulla da eccepire su tempistiche e professionalità, lascia però molto a desiderare un certo modo di fare finto-cortese della proprietaria che proprio non amiamo. Poi anche il conto stilato un po’ a caso secondo gli umori del momento è una pratica che, seppur diffusa, è sempre abbastanza odiosa. Spiace perché al Balafon nel complesso si sta più che bene, ci si rilassa in un’atmosfera tranquilla, quasi ovattata, e si gustano buoni piatti dal carattere insolito e stimolante.

Foodometro™
•Cucina: etnica ma non grossolana. 8,5
•Ambiente: tribalsciccoso è il termine più adatto, atmosfera rilassante. 7
•Servizio: cortesia affettata e trucchetti al momento del conto. 5

•Da Non Perdere: Yassa, Mafè, Curry alla Balafon
•Da Evitare: birre ai gusti esotici
•Prezzo: sui 25 euro a testa – quasi eccessivo
•Giudizio Finale: poche sbavature, cordialità di facciata fastidiosa. 7

Annunci

6 risposte a “Ristorante Balafon

      • no, o almeno ancora non lo so. devo trovare un ristorante africano per una cena aziendale. la vostra recensione mi ha colpito e avrei scelto per il Balafon. le uniche altre recensioni sul posto recenti sono su tripadvisor ma è un sito di cui non nutro particolare stima. mi toccherà andare a provarlo 😉 …settimana prossima vi aggiornerò in merito.

      • Cena aziendale di quante persone? Il posto è piccolo e non è che siano proprio dei fulmini di guerra se c’è caos.

        Un altro ristorante africano che merita (o meritava? anche qui non ci passiamo da un sacco…) è l’eritreo Warsa in Porta Venezia:
        http://thebigfood.net/2010/03/12/ristorante-eritreo-warsa/

        Personalmente, come cucina, preferisco il Balafon dato che non amo molto lo zighni, di fatto unico piatto al Warsa…

        Giacomo
        thebigfood

      • aziendale sì e saremo una quarantina. il “problema” è che a Milano non ci sono ristoranti camerunensi (c’è il Le ‘Ndole ma hanno il telefono disattivato quindi presumo “ci fosse”) e il Balafon è l’unico ristorante africano che garantisca la varietà, gli altri che ho visto sono per l’appunto eritrei, marocchini, egiziani, arabi.
        il Warsa per questo non va bene.

  1. provato il Balafon e confermo le vostre buone impressioni.
    la cottura del cous-cous era perfetta ed i gusti speziati ma ben definiti, non c’erano sapori che ne coprivano altri.
    il cocktail/digestivo allo zenzero viene ora 6 euro ed al momento di pagare il conto ci è stato cordialmente offerto un digestivo (italiano però). tempi di servizio forse un pò lunghi ma che si adattano bene allo stile rilassato del locale.
    beverina nonostante i 7 gradi la birra alla palma (doppio malto) mentre la birra al mango risulta in effetti abbinabile al solo creme caramel al cocco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...