Frollini ZeroGrano Galbusera

Galbusera già negli anni ottanta aveva creato una Linea Speciale Salute (oggi punto di forza del marchio) con l’obiettivo di creare prodotti sani ed al tempo stesso gustosi. Dalle specifiche necessità di una nuova categoria di consumatori, in costante ed esponenziale crescita negli ultimi anni, è nata nel 2002 la linea ZeroGrano, dedicata a chi soffre di celiachia. Attualmente si può scegliere fra quattro prodotti diversi, ovvero Wafer, Cracker, Frollini o Frollini Plus (con miele e cacao). Pur non soffrendo di intolleranza al glutine, anche noi abbiamo voluto provare i Frollini Zerograno Galbusera, per verificare quanto questi biscotti fossero diversi da quelli tradizionali e per metterci per un attimo nei panni di chi è costretto a comprare prodotti specializzati.

La prima  cosa che siamo andati a guardare è stata la lista degli ingredienti: la farina è stata sostituita con amido di cereali (mais e riso), amido di tapioca e fecola di patate. Assaggiandoli si nota subito qualcosa di strano. I biscotti tendono infatti a spezzarsi e risultano piuttosto farinosi. Il gusto è molto (quasi troppo) dolciastro, anche se comunque piacevole. A differenza di altri prodotti per la colazione, si può fare una vera e propria scorpacciata di questi frollini senza sentirsi in colpa. Con sole 26 calorie ciascuno soddisfano infatti il palato senza appesantire. Un buon biscotto leggero, magari un po’ strano, ma abbastanza gustoso. Non abbiamo termini di paragone con altri prodotti pensati appositamente per chi è affetto da celiachia, tuttavia ci sembra che i Frollini ZeroGrano Galbusera siano biscotti golosi che pur rispettano i rigorosi canoni necessari per ottenere la certificazione  del marchio Spiga Sbarrata, che garantisce l’assenza di glutine e suoi derivati.

Anche in questo caso Galbusera ha ben letto le esigenze del mercato, dove i celiaci rappresentano una grossa opportunità di profitto. Grazie alla maggiore conoscenza circa questa intolleranza, infatti, ogni anno vi è un incremento di diagnosi di celiachia di circa il 9% (attualmente i casi riconosciuti sono circa 90 mila), ma le stime dell’Associazione Italiana Celiachia parlano addirittura di un numero presunto molto più alto (oltre 400 mila affetti).

Tradotto in cifre, il settore dei prodotti alimentari senza glutine copre un giro d’affari di circa 150 milioni di euro, ancora prevalentemente nelle mani delle farmacie e para-farmacie. La linea ZeroGrano Galbusera, in vendita in moltissimi supermercati (oltre che nei suoi spacci aziendali), cerca di offrire un buon compromesso fra qualità, gusto e costo. Acquistando i Frollini ZeroGrano, con solo 3.50 euro circa anche chi soffre di celiachia può gustare un buon biscotto senza dover necessariamente rivolgersi alle “care” farmacie.

Foodometro™
In
: i celiaci non devono più andare in farmacia per comprare degli ottimi biscotti

Out
: gusto e fragranza ancora lontana da quella dei classici frollini
Un’altra ottima idea a marchio Galbusera. 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...