Torta Panarello

Se scrivete su google torta Panarello vi usciranno infinite pagine con link a sue (presunte) ricette. Chiariamo subito a scanso di equivoci: questa magnifica torta genovese è brevettata e non esiste alcuna preparazione casalinga che possa darvi la possibilità di ricrearla a casa. Per gustarla è d’obbligo recarsi in una delle pasticcerie Panarello, preferibilmente (come abbiamo fatto noi) in una di quelle di Genova. È in questa città, infatti, che, alla fine dell’ ottocento, il giovane ed intraprendente pasticcere Francesco Panarello aprì il primo forno a suo nome.  La fama di questo marchio, diventato celebre negli anni anche al di fuori dei confini liguri, la si deve ai suoi ottimi prodotti dolciari. Fra questi si distinguono  i biscotti del Lagaccio (per i quali Panarello è leader incontrastato di vendite in Liguria), i magnifici cannoncini alla crema ed, infine, la torta Panarello, alla quale dedichiamo appunto il post di oggi.

Abbiamo scoperto questa soffice e delicata torta qualche anno fa, grazie al consiglio di amici genovesi e, da allora, non possiamo più farne a meno. All’apparenza può sembrare simile ad una semplicissima torta margherita,  osservando meglio si nota un intenso tono del giallo (donato dalle numerose uova con le quali è preparato l’impasto) e una caratteristica decorazione con zucchero a velo a piccolissimi quadrati. E’ tuttavia all’assaggio che meglio si nota  l’unicità della torta Panarello rispetto ad altre simili. Le fette rimangono sofficissime, quasi si sciolgono in bocca. Al palato si sente il profumo delle mandorle che ben si accosta alla dolcezza dello zucchero e alla consistenza del burro. Una torta tanto semplice quanto buona, in vendita  a circa venti euro al chilo.  Non badate troppo alle spese e prendetela nei formati superiori alle sei porzioni, che si conservano meglio e rimangono più soffici.

Personalmente abbiamo provato sia la torta Panarello preparata a Genova che quella venduta a Milano e riteniamo che la prima sia nettamente più buona.  I dolci venduti nelle pasticcerie meneghine, pur essendo sempre del gruppo Panarello, vengono prodotti da una succursale lombarda, la Ambrodolci srl che, almeno per  quanto riguarda la bontà della torta, pare non riuscire ad eguagliare i colleghi liguri.  Genova batte Milano 1-0. Un motivo in più per andare spesso in questa bellissima città e poter gustare l’unica, l’eccezionale e autentica torta Panarello.

Punti vendita:
Genova
Via Galata 67
Via Caprera 4
Via XX  Settembre 154
Corso Buenos Aires 43
Corso Carbonara n.30 r.

Milano
Piazza San Nazaro in Brolo n.15
Negozio di pasticceria in via Speronari n.3
Negozio di bar pasticceria in piazza Santa Francesca Romana n.1

Chiavari :
Negozio di bar pasticceria in via Martiri della Liberazione n.55

Foodometro™
In
: quasi si scioglie al palato, liberando l’intenso profumo di mandorle
Out: da comprare rigorosamente a Genova
Autentico sapore di Liguria. Delicato e indimenticabile. 8.5

Annunci

3 risposte a “Torta Panarello

  1. Questa è la MIA torta: ho 34 anni e tutti i miei compleanni sono sempre stati accompagnati da LEI, quella che da bambina ho battezzato La Torta Con I Puntini ^_^
    Ho letto questo post per caso e WOW complimenti, la torta è descritta divinamente!
    Complimentissimi!

  2. Ottimo articolo, sono di Genova e devo dire che Panarello pur avendo fatto grandi passi avanti nella comunicazione, ha infatti da poco ammodernato logo e immagine in maniera esemplare, rimane comunque una piccola azienda che cura solo pochi prodotti mentre gli altri hanno un rapporto qualità prezzo vergognoso!
    È il classico esempio della piccola azienda che prova a fare il passo più lungo della gamba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...