Tajarin e Sugo all’Albese Alfieri

Oggi ci spostiamo in Piemonte per parlarvi dei Tajarin e del Sugo all’albese Alfieri. Due specialità tipiche della zona delle langhe che ben si sposano tra loro per creare un primo piatto sostanzioso ma raffinato. L’azienda che li produce ha sede a Magliano Alfieri, in provincia di Cuneo, ed è specializzata dagli anni ’70 nella selezione e distribuzione di prodotti piemontesi e, dal 2000, nella produzione di pasta all’uovo di alta qualità.

I tajarin altro non sono che finissimi tagliolini da cuocere in abbondante acqua bollente per pochi minuti (3-4). Una delle loro caratteristiche principali è il colore giallo vivo donato da un impasto che prevede l’utilizzo di grandi quantità di uova. Quelli che abbiamo provato sono confezionati solo con semole di grano duro di qualità ‘extra’ (provenienti da Italia e Canada) e con uova di categoria ‘a’ italiane. La lavorazione con cui sono ottenuti è quella della ‘laminazione a freddo’ , seguita da un’essiccatura lenta (12-24 ore) a basse temperature. Questa cura per la scelta delle materie prime e per i metodi di pastificazione, si riconosce senza dubbio al palato: sono infatti saporitissimi e tengono la cottura in maniera perfetta.

Risaltano al meglio conditi con il Sugo all’albese, una specialità tipica della cittadina piemontese famosa in tutto il Mondo per i tartufi bianchi. Gli ingredienti utilizzati dall’Alfieri in questa preparazione  sono: polpa di pomodoro (23%), vitello (14%), maiale (14%), fegatini di coniglio, sedano, carote, cipolle, burro, vino bianco, olio d’oliva, zucchero, prezzemolo, rosmarino, aglio, pepe e sale. Un ottimo, delicatissimo, profumo di carne di prima qualità si accompagna ad una consistenza vellutata. Basta scaldarlo pochi minuti per far risaltare al meglio il suo fine sapore.

Unico difetto, la quantità: il vasetto da 180 grammi risulta quasi insufficiente  a condire 250 grammi di pasta all’uovo (circa 2,5 euro). Per ottenere un piatto veramente abbondante ce ne vorrebbero forse due: certo è che  a 5 euro e passa per confezione, la spesa sarebbe piuttosto indigesta per il nostro portafogli.

In ogni caso, i Tajarin Alfieri conditi con il Sugo all’Albese della stessa marca, ci hanno lasciato pochissimi dubbi. Non solo perché viva espressione della più nobile tradizione culinaria piemontese ma anche perché sono digeribilissimi e non contengono nessun  tipo di colorante o conservante.

Tanto per cambiare, a Milano, i prodotti Alfieri si trovano da Eataly in Piazza 5 Giornate.

Foodometro™
In
: la tradizione piemontese al suo meglio
Out: il vasetto da 180 gr. di sugo è quasi insufficiente per 250 gr. di tajarin
Un primo piatto tipico di gran classe, genuino e digeribile. 8

Annunci

Una risposta a “Tajarin e Sugo all’Albese Alfieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...