Soltojo

SoltojoVia Caiolo Alta 5, Caiolo (SO)
Tel: 0342/561404

Il 90% dei ristoranti in Valtellina offre quasi unicamente cucina tipica: una cucina fortemente legata al territorio, caratterizzata da pochi e semplici ingredienti di base, ricette quasi immutabili da un posto all’altro e pochissimi piatti. In zona, la vita dell’appassionato frequentatore di ristoranti, è quindi piuttosto dura. Intendiamoci, amiamo alla follia sciatt, pizzoccheri, taroz e compagnia danzante, però, ad avere a che fare sempre con le stesse (pesantissime) specialità, il rischio di assuefazione è alto. Per fortuna qualche buon locale che offra valide alternative esiste, l’ultimo nato in questa categoria è il Ristorante Soltojo, aperto da pochi mesi a Caiolo, nei dintorni di Sondrio.

Il ristorante è ospitato in un vecchio mulino restaurato in modo avvenieristico con  larga profusione di cemento, acciaio e vetro. Di grande impatto, come direbbero i cultori del genere, diverse scelte architettoniche: la cantina è a vista appena prima dell’ingresso, così come la cucina. Una delle due sale da’ su una piccola cascata illuminata in modo suggestivo.

D’effetto è anche la cucina dello chef Daniele Penati che si diverte a costruire piatti giocati sull’ accostamento di diverse consistenze e colori. La carta, in continua evoluzione, presenta portate sia di carne che di pesce, con una leggera predominanza (curiosa, viste le latitudini a cui ci troviamo) di quest’ultimo.

Non entusiasmanti i wafer con mousse di ricotta, serviti come appetizer, interessanti invece gli antipasti. Il gazpacho di carote con baccalà mantecato risulta delicatissimo ed equilibrato, le sarde fritte su crema di cipolla rossa, si fanno alquanto apprezzare soprattutto per il contrasto che viene a crearsi tra  la croccantezza e la sapidità del pesce e la morbida dolcezza della cipolla.

I primi piatti, invece, suscitano qualche perplessità. Infatti, se la lasagnetta con ragù di mare ci sembra abbastanza insignificante (leggasi anche ‘monocorde’), assolutamente deludente è Patate, cozza e pasta: di fatto una vellutata di patate con pastina, sormontata da 5 (cinque) cozze – una volta finiti i pochi molluschi, per il palato, subentra inevitabilmente l’effetto ‘mensa d’ospedale’. Questa tornata di cena è salvata solo dagli gnocchi con olive taggiasche, pomodori e spinaci, convincenti per l’abbinamento insolito ma bilanciato.

Si ritorna a volare alto con i secondi: il rombo chiodato con zucca e aceto balsamico è un piatto armonioso e leggero, il trancio di branzino con patate e sedano rapa è  apprezzabile soprattutto per il recupero di un ortaggio troppo poco conosciuto, che ben si abbina ad una varietà di pesce, al contrario, usata e stra-abusata un po’ovunque. L’agnello con capperi e olive, unico piatto di carne provato, raggiunge vette altissime: grazie alla tenerezza inenarrabile dei filetti d’agnello – donata da una materia prima di grandissima qualità e da una cottura perfetta – e per il sapore deciso del trito di capperi e olive che crea una piacevole e stuzzicante contrapposizione gustativa.

Passando ai dessert, è imperdibile Cioccolatissimo, ovvero il cioccolato declinato (proseguendo il gioco dei contrasti) secondo diverse consistenze. L’accostamento di ganache, spuma di cioccolato bianco e croccante di cioccolato rappresenta una goduriosa apoteosi per gli amanti della dolcezza.

Complessivamente, possiamo dirci più che soddisfatti della nostra esperienza qui. Soprattutto in considerazione di una cucina creativa  slegata (finalmente in Valtellina) dalle consuetudini del territorio, di una cantina interessante e di prezzi corretti (il coperto, una volta tanto, non è previsto). Peccato solo per i primi piatti, più che passibili di miglioramento e per il servizio, che dovrebbe curare di più alcuni particolari: per esempio, la nostra bottiglia di vino bianco, ci è stata portata al tavolo assolutamente troppo calda. Probabilmente solo errori di gioventù: con qualche piccolo aggiustamento, le prospettive per il Ristorante Soltojo possono essere più che buone.

Foodometro™
•Cucina: creativa con spunti interessanti ma anche alcune lacune. 7-
•Ambiente: hi-tech d’atmosfera. 7
•Servizio: si può fare di meglio. 6
•Da Non Perdere: Cioccolatissimo
•Da Evitare: Patate, cozze  e pasta
•Prezzo: sui 50 a testa per una cena completa, vino incluso – Ok!
•Giudizio Finale: con qualche taratura si possono raggiungere ottimi livelli. 7

Annunci

Una risposta a “Soltojo

  1. grazie giacomo per l’indicazione del ristorante soltojo: qualità, gentilezza e professionalità tanta e non sembra di essere in valtellina !
    junio pino ti chiede di passare, visto che ora il ristorante è gestito solo da lui e la morosa.
    ciao
    massimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...