Rigatoni Senatore Cappelli Latini

Il grano duro Senatore Cappelli è ormai considerato un must tra i gourmet italiani e non solo. Fu selezionato dal genetista italiano Nazareno Strampelli all’inizio del secolo scorso a partire da piante autoctone tunisine. Fino agli anni ’60 fu una delle varietà di grano duro più diffuse in Italia grazie ad alcune caratteristiche distintive apprezzate in agricoltura, come l’ottima resa per ettaro e la grande adattabilità. Nel corso del tempo scomparve quasi del tutto a discapito di altre varietà ancora più produttive. Da qualche decennio è stato ‘riscoperto’ per la pastificazione di alta qualità, riscuotendo una certa fama nell’ambiente degli amanti della buona cucina. L’interessante parabola è stata magistralmente descritta nel blog Scienza in Cucina di Dario Bressanini . Latini, famoso pastificio marchigiano d’eccellenza, dal 1992, utilizza il Senatore Cappelli in purezza per confezionare una linea di prodotti di altissimo pregio: personalmente abbiamo provato con grandissima soddisfazione i rigatoni.

Li abbiamo acquistati all’enogastronomia Samdi Market di Livigno (SO) nel formato da 500 grammi al prezzo di 2,50 euro. Per apprezzarli al meglio, abbiamo deciso di assaggiarli la prima volta conditi solo con un filo d’olio a crudo. L’unicità di questa pasta si percepisce già all’apertura della confezione osservandone il suo colore giallo intenso e la sua superficie ruvida e porosa. Una volta scolata, dopo 8 minuti (precisi) di cottura sprigiona un profumo speziato e una buona quantità di amido che fa si che sia perfetta per tutte quelle preparazioni che prevedono un sugo ben cremoso. All’ incredibile setosità esterna fanno da contraltare una perfetta consistenza interna e un’ottima tenuta di cottura: la trafilatura a bronzo e l’essicatura lenta a bassa temperatura si  percepiscono chiaramente sotto i denti.

Non siamo suscettibili a facili entusiasmi, come i nostri lettori ben sanno. Eppure, per una volta, sentiamo il bisogno di sbilanciarci e definiamo senza nessuna esitazione i Rigatoni Senatore Cappelli Latini la miglior pasta mai provata (almeno per ora). Peccato per il packaging azzurrino vagamente anni ’80, che proprio non amiamo. Però, tutto sommato, chissenefrega: quando si è di fronte ad un prodotto unico (per gusto, profumo, consitenza al palato e storia) certe cose nemmeno si notano.

Foodometro™
In
: consistenza e delicatezza allo stesso tempo
Out
: packaging così così
La miglior pasta mai provata finora.
9,5

Annunci

2 risposte a “Rigatoni Senatore Cappelli Latini

  1. Io di latini preferisco la linea taganrog.
    Mi sembra tenga molto meglio la cottura.
    Anche la pasta Di Nola mi piace un sacco!

    Livia da Napoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...