Heinz Beck: L’ingrediente Segreto

Heinz Beck
Strade Blu Mondadori, 2009
Prezzo: 18 euro

Qualche tempo fa, sul forum del Gambero Rosso, si discuteva se la cucina potesse definirsi o meno una vera e propria forma d’arte. Totalmente per caso in quel periodo stavamo leggendo L’ingrediente segreto, volume scritto da Heinz Beck, chef del ristorante La Pergola di Roma. Fra le righe del libro, abbiamo trovato alcune frasi che sembravano scritte apposta per rispondere a tale questione: «Cucina non è ciò che mangiamo. O meglio: non è solo questo. È l’elaborazione di materie prime secondo tecniche sviluppate nei secoli. È l’ambizione del buono e del bello convergenti in un piatto. […] Cucina è tutto ciò che supera l’obbligo del cibo. È la cura nella scelta, la preparazione, la trasformazione dei cibi in modo che risultino seducenti per i sensi. Cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia».

Leggendo L’Ingrediente Segreto siamo rimasti completamente affascinati dalla passione e dalla dedizione di questo chef tedesco, trapiantato da anni in Italia, per il suo lavoro. Un amore intenso che quasi si tocca con mano sfogliando le pagine di questo libro. Un lavoro che per Beck è una vera e propria filosofia di vita, quasi una missione, che copre ogni attimo della sua esistenza. Basti dire che la giornata di questo chef pluristellato inizia alle prime luci dell’alba di Roma, al mercato di Piazza Campo de’Fiori, dove sceglie personalmente gli ortaggi più belli, brillanti e genuini. O che per scegliere la pasta secca da utilizzare nella sua cucina ha visitato i migliori pastifici italiani per verificare con i suoi occhi la lavorazione e l’essicazione del grano. Nulla è lasciato al caso, dalla scelta degli ingredienti, all’ideazione dei piatti, fino alla cura per gli accostamenti gustativi e cromatici. Tutto deve essere perfetto, per offrire ai suoi (fortunati) cliente un’esperienza multisensoriale assolutamente unica.

Si intuisce che L’ingrediente segreto per una cucina di alto livello, come è quella offerta da Beck, stia nella passione intima, ardente, totalizzante dello chef per il suo mestiere. Un lavoro assimilabile a quello di un artista, attento alla tecnica così come al messaggio e all’estetica della sua opera.

Foodometro™
In
: un nuovo modo per il lettore di pensare la cucina
Out
: le ricette proposte nel capitolo finale non sono di semplice realizzazione
L’arte della creazione dei piatti. 9

Annunci

Una risposta a “Heinz Beck: L’ingrediente Segreto

  1. “Il segreto ingrediente”

    Che cavolo quel cavolo
    messo in copertina
    sospeso ad un filo,
    con una mela renetta
    ed un melone privo
    di una fetta. Armonia
    di toni, proporzioni.
    Immagine perfetta.
    Il cibo non è solo
    nutrimento. E’ la somma
    di arti, di mestieri
    di conoscenze e del sapere.
    Trasformazioni molteplici,
    speciali per rendere
    il meglio ai commensali.
    Cucinare con talento
    è un’arte sopraffina.
    Nella fucina del gusto
    e del piacere, ci son
    dei cuochi raffinati
    che sanno esaltare
    il gusto del palato,
    sollecitando i sensi
    che fan turbar la mente.

    Gigliola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...