Indian’s Take Away

Via Pollaiuolo 2, Milano

Il kebab è una specialità ormai diffusa dalle alpi alle piramidi, dal Manzanarre al Reno. A noi è capitato di mangiarlo in Marocco, così come in un’ amena località sciistica dell’ oberland bernese. Se in buona parte dell’Europa i kebabbari sono principalmente di origine turca, in Italia abbondiamo per varietà ed esotismo, si buttano infatti nel business: pakistani, egiziani, libanesi, prussiani, ispano-turkmeni, centromediani metodisti, vogoniani, finno-indonesiani, ungaro-peruviani, barboncini incrociati con jack russell e anglo-visigoti di origine azera. Non mancano, ovviamente, gli indiani (o presunti tali). A Milano, il più rinomato kebab indiano, si può mangiare all’Isola, una delle zone più interessanti, vive e vegete in città, nonché uno dei nostri quartieri preferiti (pluricitato su questo blog).

L’Indian’s Take Away (un fragoroso applauso per la fantasiosa scelta del nome) è situato esattamente di fronte al Frida Café. Trovarsi a pochissimi passi da un locale super affollato è una bella fortuna. Se il locale in questione poi, dopo una cert’ora, si limita ad offrire patatine fritte insieme a cocktail pesantissimi, una numerosa clientela affamata è assicurata ad ogni sera. Certo, se questo kebab servisse solo ratto-burger, tale fortuna sarebbe totalmente gettata alle ortiche. Invece i due ragazzi indiani (o presunti tali) che lo gestiscono ci sanno fare e preparano un buon kebab a prezzi stracciati (3,50 euro). Punto di forza è il pane da loro preparato nel forno tandoori secondo la migliore tradizione, la carne invece non è nulla di indimenticabile.

Specialità mai provata altrove è il Kebab Special col cheese nan (pane indiano ripieno di formaggio filante) al posto della classica ‘piadina’. Un mix  letale capace di soddisfare anche il camionista calabrese più affamato. Oltre al kebab potete qui gustare i classiconi della cucina indiana: riso al curry, murg korma, samosa e via dicendo. Tutti buoni e preparati correttamente pur non essendo eccezionali. Nota finale per gli alcolisti (anonimi o meno) che non possono fare a meno di sorseggiare una birra mentre mangiano: qui, a differenza che da altri kebabbari, la vendono. Potrete tranquillamente stravaccarvi sul marciapiede con una Moretti da 66 cl. in una mano e un kebab super-carico nell’altra.

Foodometro™
In
: kebab col cheese nan & telefono scritto a penna sul biglietto da visita
Out
: carne così così
Il kebab indiano esiste 7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...