1.000 Ricette delle Osterie d’Italia

Eccoci di ritorno dalle vacanze con una nuova, freschissima recensione. Quest’anno sotto l’albero di Natale abbiamo trovato il libro 1.000 Ricette delle Osterie d’Italia, edito da Slow Food. Mai regalo è stato più azzeccato, sarà forse perché i Veri Amici sanno sempre come andare sul sicuro con degli appassionati come noi di tutto ciò che riguarda il mondo enogastronomico. Non è il solito libro di ricette, come si può facilmente intuire dal fatto che sia curato direttamente da Slow Food, a garanzia della qualità dei piatti descritti, presi direttamente dalle cucine delle migliori osterie d’Italia. Il libro si può acquistare in esclusiva nei punti vendita Eataly, altrimenti, per i fortunati possessori di un iPhone, è disponibile a soli 2.99 euro l’applicazione Eataly che permette la lettura dello stesso volume direttamente sul proprio telefono. Tornando alla carta stampata, la prima cosa che colpisce di 1.000 Ricette delle Osterie d’Italia è la rilegatura: le ricette sono contenute in 4 volumi  e divise per argomento (Il Pesce, La Carne, L’Orto e I Dolci). A contenere il tutto un’elegante copertina rigida. Un’ottima idea dal momento che la consultazione diventa più semplice e veloce rispetto ai volumi nei quali si è costretti prima a cercare l’indice, poi a trovare ciò che interessa fra migliaia di pagine, rischiando magari di perdere il segno e ricominciare tutto da capo.

I piatti descritti in ogni libro sono riportati in ordine alfabetico ed a fianco di ognuno vi è il nome dell’osteria dalla quale è tratta la ricetta. Insomma, nello stesso libro avrete sia la descrizione di piatti della tradizione italiana da cucinare seguendo le indicazioni di veri esperti, sia ottimi consigli su dove recarvi a mangiare in modo genuino in ogni parte della nostra penisola.

Le ricette passano infatti dalle costine salmistrate con crauti preparati in un paesino vicino a Bolzano per arrivare ai Cannoli di ricotta cucinati a Buccheri, provincia di Siracusa. Sfogliando velocemente i volumi si nota una leggera prevalenza delle osterie piemontesi, com’è giusto che sia, visto che questa regione ha dato i natali sia a Slow Food che a Eataly. Nei libri si trovano non solo ricette tradizionali, come quella della cotoletta alla milanese o dell’impepata di cozze pugliese, ma anche descrizioni di piatti cucinati secondo l’inventiva dei singoli osti, ad esempio i (mai sentiti prima, pur essendo noi valtellinesi) Sciatt al cioccolato preparati vicino a Sondrio. Consigliamo questo libro a tutti coloro che amano provare delle ricette grantite dalla supervisione di Slow Food e, contemporaneamente, vogliono conoscere il vasto mondo delle osterie del nostro Bel Paese. Dimenticate le improbabili ricette degli inserti dei quotidiani per godervi quelle racchiuse in questo bellissimo volume.

Foodometro™
In
: ricette per cucinare piatti con la qualità e la filosofia Slow Food
Out
: in vendita in esclusiva da Eataly
Un ricettario della tradizione e originale allo stesso tempo 9

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...