Trattoria Ruffino

Via Venini, Domaso (CO)
Tel. 034495184

Iniziamo con questa recensione il nostro viaggio alla ricerca dei ristoranti italiani più tipici e attenti alla tradizione del territorio.  Sulle bellissime sponde del lago di Como, ad un paio d’ore di macchina da Milano, in un paese che, se d’estate sembra un piccolo ritrovo di calorosi tedeschi convinti di essere al mare, e d’inverno è invece un antico borgo di pescatori, si trova la Trattoria  Ruffino. Per evitare di essere rimandati a casa, è consigliabile prenotare sempre e comunque con un discreto anticipo. Nascosto in uno splendido e minuscolo vicolo, vi stupirà immediatamente per il suo carattere semplice e d’altri tempi. All’entrata sono in bella mostra richiami d’ogni tipo alla pesca, e non a caso, visto che l’identità del locale sta proprio nel pesce di lago, cucinato secondo tradizione e senza troppi fronzoli. La sala del ristorante, illuminata da luci soffuse e candele, semplice e un po’ kitsch (centrotavola anni ’80, reti da pesca alle pareti), vi farà entrare nella filosofia della sua cucina. Non aspettatevi aragoste o ostriche gratinate, tutto il cibo che vi verrà offerto è assolutamente del posto e genuino. Fra le portate, spicca il tris di antipasti di agone: marinato, in carpione e i mitici misultin (essiccato al sole e conservato in latte di tino). Il vero pezzo forte è però il riso al pesce persico condito con formaggio e abbondante burro fuso con la salvia. Particolarità di questo piatto è che i pezzettini di pesce sono impanati, fritti e aggiunti alla preparazione solo alla fine. Il risultato è una vera e propria bomba (sia in termini di calorie che di gusto).  Uscirete dalla Trattoria Ruffino come rigenerati, dopo un assaggio di cultura e cibo del lago, lontanissimi dalla frenesia della città. Consiglio una passeggiata lungo il lago, vi permetterà di digerire il lauto pasto (l’abbondante burro nel riso si farà sentire a lungo) e di lasciarvi stupire dalle bellezze del posto.

Foodometro™
•Cucina: semplicemente gustosa. 8
•Ambiente: kitsch e un po’ troppo affollato. 6.5
•Servizio: la cameriera con il tono strascicato vi distrarrà dalle portate.  6.5
•Da non perdere: riso al pece persico
•Da evitare: il vino (aceto) della casa
•Prezzo: 25 € a testa, onesto in rapporto alle porzioni e alla qualità
Giudizio finale: un’oasi di gusto lacustre 7,5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...